Grafica del mercatino

4 post

Grafica del mercatino: Speciale Olanda

Pubblicato in Grafica del mercatino


Nell’estate 2022 ho fatto un viaggio incredibile in Olanda, sul quale ho assillato tutti i miei amici per molto tempo.

Un giorno, a Leiden vicino ad Amsterdam, mi sono imbattuto in un mercatino polveroso pieno zeppo di oggetti grafici di qualsiasi formato e dimensione. Da lì ho portato a casa con un tesoretto di grafiche interessanti che non vedevo l’ora di mostrarti.

In questo video ti racconterò i 9 reperti, ognuno appartenente a periodi e origini diversi:

00:33 Libro illustrato «Il monopattino di Pim», 1931

01:13 Listino prezzi concessionaria auto «Hudson», 1934

02:00 Documento di trasporto delle ferrovie olandesi

03:00 Magazine della Philips «Buona ricezione», 1959

04:15 Cartello triangolare «Castlebeer»

05:05 Pagina del catalogo «Geesink e figli», 1925

05:40 Etichette di sciroppi, 1925

06:25 Cartello rosa fluorescente «Metà prezzo»

06:54 Schema tecnico di una radio, 1928

«Come si veste l'uomo di classe in date ore e circostanze» Zegna 1939

Pubblicato in Grafica del mercatino


«Come veste l’uomo di classe in date ore e circostanze» è un opuscolo di sartoria Zegna del 1939.

Non ricordo se l’ho trovato a un mercatino o l’ho sottratto a qualche mio parente, fatto sta che è talmente bello che ho voluto condividerlo con te.

Sono rimasto affascinato dalla grafica della copertina e delle illustrazioni. Le composizioni e le volumetrie delle figure mi hanno ricordato le opere di De Chirico e Sironi.

All’interno I font dei titoli sono solidi e geometrici come voleva lo stile grafico del Ventennio. In copertina qualche svolazzo se lo sono concessi.

Guarda il video completo su YouTube.

Guarda su Instagram e TikTok l'anteprima del video.

Annuario generale Touring Club Italiano 1929

Pubblicato in Grafica del mercatino


In questo episodio della rubrica Grafica del mercatino ti mostro l’Annuario generale del Touring Club Italiano del 1929, una perla che ho trovato al mercatino qualche tempo fa.

Si tratta di una pubblicazione in forma di dizionario, contiene migliaia di informazioni sulla società italiana dell’epoca, comprende i collegamenti stradali e i primi consigli in stile guida turistica. Veniva spedita ogni anno ai soci (o «consoci» come li chiamavano all’epoca) del TCI.

All’interno si trovano elencati i servizi del Club, novità automobilistiche sulla circolazione stradale, tariffe doganali, dati sulla superficie e la popolazione delle province, il tutto alternato da pubblicità e diverse illustrazioni in bianco e nero.

Ne hai mai visto uno?

Questo video è apparso anche su Instagram e TikTok.

Cataloghi anni 60 apparecchi radio e TV

Pubblicato in Metodo Boshi, Grafica del mercatino


Gironzolare per mercatini già di per sé sarebbe una bellissima attività, ma se ci aggiungiamo la componente di ricerca visiva allora diventa una vera figata.

Ogni volta che mi capita di andarci trovo qualcosa di interessante, a volte è una vecchia radio dal design modernista, altre volte è una vecchia fotografia, altre volte ancora sono libri o pubblicazioni di altre epoche.

In questo primo episodio della rubrica «Grafica del mercatino» ti mostrerò alcuni cataloghi di apparecchi radio e TV degli anni Sessanta. Li ho trovati al mercatino racchiusi in una busta trasparente, come spesso accade per delle pubblicazioni così sottili, e se ne vedeva solo la prima. Dentro ce n’erano cinque in tutto, cinque meraviglie:

  1. Catalogo radio, televisori, elettrodomestici, Radio Marelli 1967

  2. Catalogo Philco 1965

  3. Catalogo radiofonografi stereofonici Grundig 1959-60

  4. Catalogo radiofonografi stereofonici Grundig 1964

  5. Istruzioni per l’uso del registratore a nastro magnetico EL 3538 Philips

Questi cataloghi si sono rivelati un esempio di layout elegante e senza tempo, con un uso sapiente della tipografia. Al loro interno si trovano anche pregiatissimi loghi e simboli.

Siccome queste pubblicazioni sono una cosa che adoro sfogliare e ammirare, ho pensato che potrebbe interessare anche a te. Questo video è per noi.

Buona visione!

Peace, love, unity, respect,
Emmaboshi