Blog

Pitchfork Tv, altro che

Scritto in Archivio storico, video, visto in giro


Immagine 1 Non hai voglia di vedere niente in tv ma non hai neanche voglia di dare l'aspirapolvere. Ti ricordi che la tua guida preferita (certo non l'unica, ma quella che frequenti più volentieri) attraverso la sconfinata notte della musica contemporanea, tempo fa annunciava una sua nuova feature, Pitchfork Tv. Nata il primo aprile 2008 dopo una settimana di beata dimenticanza, vado a vedere di che si tratta. La solita interfaccia splendida, ma questo è un marchio di fabbrica Pitchfork. Inizio a pigiare i bottoni e mi vedo i Liars ospiti nel basement di Juan, suonano tre pezzi sudando un casino e si fanno intervistare nel backyard in un clima di placido svacco. Qualità audio e video straordinaria. Poi scopro che c'è la sezione One week only, probabilmente si tratta di contenuti preziosi, di solito a pagamento, che però per una settimana vengono trasmessi gratuitamente da Pitchfork. Questa settimana tocca ad un film sui Pixies. Più in particolare sulla loro reunion del 2004. Il documentario è molto pieno ed emozionante (per noi fan) con pezzi dal vivo e soprattutto molto backstage. Scoprio che i Pixies sono gente normalissima. Brevemente: si formarono nell'1986, dopo sei anni si sciolsero. Prima del 2004 si erano proprio lasciati andare. Nello specifico. Il batterista si era dato a cercare i metalli sulle spiagge con la scopa metal detector e la sera faceva degli spettacoli tristissimi di prestidigitirizzazione. Il chitarrista suonava con la moglie nei centri commerciali americani. La bassista Kim, tipa maledetta, con la voce grrrrrr, omonima dell'altra maledettissima, si è disintossicata da tutto. Il cantante ciccionissimo beveva sempre da enormi bicchieri di plastica e viveva nell'Oregon. Bene si rimettono insieme, rimanendo gente mesta, a volte schizzata e tornano a suonare da dio. Me li ricordo all'Heineken Jammin Festival all'autodromo di Imola nel giugno 2004. C'erano anche gli europei quel pomeriggio e li fecero suonare più tardi per trasmettere una partita dell'Italia. Uno di loro aveva una maglietta della nostra squadra di calcio. A fine performance si fecero fare una fotografia con alle spalle noi altri. Che figo! Volevano una foto con noi. Beh insomma Pitchfork Tv mi ha veramente colpito.

Questo post risale al 10 aprile 2008



Ancora voglia di leggere?

Fantastico, ti posso proporre * Cannocchiale di 4612 giorni fa

Membro della balotta di La blog balotta webring

Precedente Random Successivo