Blog

Disney's double take

Scritto in Archivio storico, Visioni d’oltremanica


di Alessandro Tampieri



Tornato in Inghilterra, mi è capitato tra le mani un articolo sulla Disney e sul rotoscoping. Ho così scoperto che le scene di molti cartoni erano state ricavate ricalcando scene di cartoni precedenti. Caso vuole che il cartone più fake sia proprio il mio preferito da bambino, Robin Hood. Tuttavia non ci sono rimasto male. Per esempio, quando imparai che La canzone dell’amore perduto è una rivisitazione del concerto per tromba in D major di Telemann, mi sentii un po’ deluso. Invece continuo a pensare che Robin Hood sia stato il mio cartone preferito. Ma è davvero importante? O forse il punto è che, anche se non importa, questo articolo avrebbe potuto rovinarmi la giornata. Così mi domando se a volte certe cose ho proprio voglia di saperle. Per la mia persona questa non è una bella domanda, considerato il fatto che la maggior parte dei problemi di natura economica si risolverebbero attraverso il potere informativo e ciò è proprio quello di cui mi occupo. Ma evidentemente il bambino che è in me è un po’ luddista.

Questo post risale al 21 aprile 2009



Ancora voglia di leggere?

Fantastico, ti posso proporre L'anello della vita di 4242 giorni fa

L'anello della vita

Membro della balotta di La blog balotta webring

Precedente Random Successivo