Equilibrio donna

Identità visiva per uno spazio dedicato alla salute psicofisica delle donne

Equilibrio donna
Cliente: Arianna Rossoni
Progetto: Identità visiva, Logo, Immagine coordinata
Anno: 2020

Equilibrio donna è un progetto nato da un’idea di Arianna Rossoni, dietista, divulgatrice e autrice che ha creato uno spazio dedicato alla cura dell’equilibrio psicofisico della donna.

Mi ha incaricato di ripensare l’identità visiva del progetto a partire dal logo per arrivare alle sue applicazioni, creando anche l’identità per la Academy, il corso di formazione riservato a medici, biologi nutrizionisti, dietisti, creato in collaborazione con la Scuola di Nutrizione Salernitana.

L’icona

Il progetto dell’icona è incentrato sull’idea di equilibrio e di trasformazione. I tre punti rappresentano i momenti della vita della persona: un prima, un durante e un dopo. Lo stadio centrale è racchiuso all’interno del cerchio di Equilibrio donna.

La forma ricorda anche un pianeta con la propria luna nelle varie fasi dell’orbita.

Pag 1

I loghi

Oltre al logo istituzionale di Equilibrio donna ho progettato anche la variante dedicata alla Academy, basata sullo stesso stile, ma con una dominante cromatica diversa.

Pag 3
Pag 13
Pag 14

Lo stile tipografico e le applicazioni

Un font bastoni contemporaneo ad alta leggibilità conferisce autorevolezza ai contenuti e allo stesso tempo le forme semplici trasmettono sicurezza.

Pag 6
Pag 12

Ipse dixit

Chiara Galloni

Chiara Galloni

CEO

Articolture

Articolture lavora insieme ad Emmaboshi da sempre, forse da prima che nascesse, affidando alla creatività di Emanuele e dei suoi collaboratori la definizione dell'immagine coordinata di tantissimi progetti creativi e culturali della società.

Emmaboshi ha una particolare inclinazione e sensibilità per iniziative di questo tipo, di cui rispetta le linee guida in continua dialettica con noi project manager, e a cui apporta le visioni e le competenze specifiche del visual design.

Un passaggio per noi fondamentale per comunicare a tutto tondo e in modalità sempre nuove contenuti complessi e sfaccettati come quelli con cui ci confrontiamo abitualmente.